7 marzo 2014

Quanti di noi sono a conoscenza che ad Abano il nostro Policlinico – Casa di Cura è in Italia all’avanguardia nella chirurgia urologica con una sala operatoria robotica di ultima generazione? Un’equipe medica d’eccellenza ed una organizzazione di reparto al top. Ogni paziente è costantemente seguito dal primo esame alla soluzione del problema. Io ho personalmente ho beneficiato di tutto questo e voglio testimoniarlo ringraziando di cuore tutto lo Staff del reparto di Urologia (il Primario dott. Angelo Porreca e l’equipe medica dott. Antonio Salvaggio e dott. Angelo Cafarelli).
Erano diversi anni che il mio medico di base, oltre agli esami di routine, mi prescriveva quello del P.S.A. che nell’ultimo esame risultava essere più alto della norma. Dopo ulteriori approfondimenti mi è stato diagnosticato un carcinoma alla prostata e di comune accordo con il dott. Porreca si è deciso l’intervento di prostatectomia radicale robotica. Il robot non fa nulla di testa sua, è manovrato dal chirurgo attraverso una console operatoria che permette di eseguire l’intervento in laparoscopica robotica con un immagine tridimensionale ad alta definizione ingrandita di 10 volte. I vantaggi di questa tecnologia sono l’estrema precisione e la ridotta invasività con un rapido recupero funzionale per il paziente.
Non è stato facile per me superare un verdetto così aspro, ma grazie alla profonda umanità e professionalità di tutti i medici, infermieri e ausiliari del reparto urologia del Policlinico di Abano Terme ho superato brillantemente l’intervento e con mio grande stupore e incredulità non ho avvertito alcun dolore.
Consiglio a tutti i maschietti, soprattutto oltre i cinquant’anni, di effettuare con regolarità l’esame del P.S.A. Prevenire è meglio che curare. La diagnosi precoce del carcinoma alla prostata rende tutto più semplice e soprattutto indolore come dimostra la mia positiva esperienza vissuta al Policlinico Abano Terme.

Posted in testimonianze.